martedì 24 febbraio 2015

UN SEGRETO.

Domai la mente.
Un Silenzio irriverente
si accomodò 
nel vuoto che era rimasto.
Non ricordai più nulla 
di ciò che era prima.
Non tentai di scoprire
ciò che sarebbe giunto
dopo.
Mi feci piccola
piccola
e restai in ascolto.
Io non ero più.
Ma tutto di me 
si mise
a disposizione.
E fu tornare,
Come ad incontrare
la prima volta
la vita.
E fu scoprire.
Come lasciarsi invadere
dalla magia invisibile
celata in ogni dove.
Non conobbi mai la parola impossibile.
Fu un dare
e
un ricevere
senza confini.

Nessun commento:

Posta un commento