giovedì 5 febbraio 2015

LA GUERRA DENTRO AL CORPO.

Reggimi, corpo,
Involucro di carne
inumidito
dalla cima alle radici
da lacrime che scendono in fila
e senza scomporsi
innanzi ad un così disordinato dolore.
Sostienimi, corpo,
casa fatta d'ossa
minacciata
nelle fondamenta
da uno screpolio lieve
e senza suono
dopo l'ultimo violento terremoto.
Non cedere
resisti.
L'anima mia è sconquassata
si agita
e non trova pace.
L'anima mia è un cumulo di macerie
piccole piccole
ed invisibili
e dimentica tutto ciò che sa.
Ha abbassato le sue ali,
lei,
non le vuole più.
Tu  invece, alza la testa,
corpo
senza soccombere
al suo volere.
Alza la testa,
pulisci lo sguardo
e sii veicolo, con voce salda 
del suo nuovo volo.








Nessun commento:

Posta un commento