venerdì 11 luglio 2014

UNA STORIA SEMPLICE.

Avevo camminato e camminato e camminato.
I miei piedi sulla morbida alba
i miei piedi sul vellutato tramonto.
Le mie orme gentili
la mia ombra stanca.
Non avevo posto dove dormire
solo la voce per cantare
nessuna debole preoccupazione
e la forza di aspettare.
Mi offrirono una tenda
in cambio del mio canto.
Mi ritrovai a riposare in riva all'oceano
con gli occhi che si riempivano di luna piena
e altre voci che, cantando con me,
accesero un fuoco e sfamarono ogni mia solitudine.

Nessun commento:

Posta un commento