sabato 28 giugno 2014

VIAGGIO NEL TEMPO.

Andava e veniva
la me del futuro prossimo.
Passava leggera
in una piccola porta intagliata nel tempo.
Entrava col chiarore dell'alba
truccata da Risveglio
o con il manto della notte
vestita da Sogno
E mi parlava sicura
dandomi tutta la saggezza
per  raggiungerla là, dove stava avanzando.
E mi abbracciava materna
rafforzando in me la determinazione
di vivere il presente
con spirito alto e occhi gioiosi.
Io ascoltavo.
Imparavo.
E vivendo,
prevedevo.



Nessun commento:

Posta un commento