mercoledì 26 giugno 2013

TRASPARENTE E FRAGILE VETRO, FORTE E SALDO ALBERO DI CILIEGIO.

Sono una Piccola, Grande Parte di un Immenso, Impercettibile Tutto.
Sono la Funzione Umana attraverso cui Qualcosa che sta al di là di me, ogni giorno si Manifesta.
E nella mia Unicità, non sono PIU' Unica di Altri mai.
Nella mia Specialità, non sono PIU' Speciale di Altri mai.
Piuttosto sono come tutti i milioni Speciali e Unici Ingranaggi di Carne, Anima e Vita che lavorano la Macchina del Mondo Terreno.
Sono Io come Me, sono Io come Voi. 
E anche Io Sbaglio Strada.
Anche Io Cado nelle Buche.
Anche Io Perdo il Cuore e Confondo la Ragione.
Anche Io Sento la Paura che mi sgretola la terra sotto i piedi.
Anche Io Piango.
Anche Io Non so Che Parole usare.
Anche Io, nel bel mezzo della Folla Coloratasento un'Improvvisa Solitudine.

Trasparente e fragile Vetro.
Allora mi Fermo.
Mi Arrampico lontano, in Alto, dove mi illudo che Nessuno  potrà Raggiungermi. Ma non posso Fuggirmi.
Per non Abbandonarmi, mi Ascolto.
E Grazie alla Sofferenza che anche Io provo, Vi Scrivo.

Vi scrivo Che:
Anche Io ho Visto la Vita In Bianco e Nero.
Anche Io ho Vomitato tra Mille Dense Nuvole Grigie.
Anche Io ho smesso di Sperare.
Anche Io sono stata in Guerra.
Anche Io ho Ferito.
Anche Io ho Ucciso.
Anche Io non ho Saputo Amare.
Anche Io più volte non sono stata Amata.
Anche Io ero Anoressica di Emozioni.
Anche Io non ho avuto Più Sogni.
Anche Io mi sono Nascosta sotto la Sabbia di un Deserto.

Trasparente e Fragile Vetro.
Poi, un Giorno mi ha penetrato Il Sole, tra i Rami ormai Secchi.
E mi ha Svelato che Qualunque Cosa Io Possa Provare, Nel Male Nero e Nel Bene Bianco, da quella Si Possono generare Colori, con la Pazienza della Fiducia.
Forte e Saldo Albero Di Ciliegio.

Quindi, smetto di Arrampicarmi Lontano, In Alto, dove mi illudo che Nessuno possa Raggiungermi.
Perchè, come tutti noi, non sono che la Funzione Umana attraverso cui Qualcosa che sta al di là di me, ogni giorno si Manifesta.
E Senza Nascondermi, continuo a scrivervi.
Anche Io Sbaglio Strada. Ma ho imparato che chiedendo aiuto la Ritroverò.
Anche Io Cado Nelle Buche. Ma ho imparato che chiedendo aiuto Non ci Rimarrò.
Anche Io Perdo il Cuore e Confondo la Ragione. Ma so che non smetterò di cercare nel Cuore l'Umiltà, di schiarire la Ragione Testarda.
Anche Io sento la Paura che mi sgretola la terra sotto i piedi. Ma ho imparato che è Solo Terremoto dei Sensi, Passerà tutto e tutto si Calmerà.
Anche Io Piango. E so che è necessario per Pulirmi.
Anche Io Non so Che Parole usare. Ma ho imparato che Non le si Smarrisce mai del tutto.
Anche Io , nel bel mezzo della Folla Colorata, sento un'Improvvisa Solitudine. Ma so che non sono Sola Mai.

Senza Nascondermi, continuo a Scrivervi.
Trasparente e Fragile Vetro. Forte e Saldo Albero di Ciliegio.




Nessun commento:

Posta un commento