giovedì 13 giugno 2013

POETI. ( a Cristiano e Fabiola. A tutti i cuochi nelle Cucine dell'Arte)

Quel che noi traduciamo è la Stra-ordinaria Follia che abita i Confini del Mondo.
Percorriamo un Ponte Invisibile raggiungendo le più Estreme Fantasie e con coraggio corriamo il rischio di coltivare e raccogliere ciò che la Normalità rifugge.
Nulla a noi è nascosto, siamo Coloro che tolgono i veli, oltrepassano le porte, sfondano i muri, combattono l'Anoressia Emotiva che ammala l'Umanità.
Cuciniamo per voi nuovo cibo, usiamo gli  ingredienti speciali delle Cucine dell'Arte, ne facciamo amalgama sensibile. Scaldiamo a fuoco lento la Vostra Anima, per farvi riscoprire affamati, per stuzzicarvi appetiti dimenticati. Alziamo la fiamma per risvegliare le Coscienze addormentate, giochiamo con il fuoco ma controlliamo che nulla si bruci.
Apparecchiamo per voi nuovi spazi, vi invitiamo a sedervi, ad ascoltarci con l'Acquolina nelle Orecchie, preparandovi il Gusto negli Occhi, vi facciamo scoprire che anche il Cuore ha un Palato.
Giungiamo da lontano con pentole di prelibate pietanze, aggiungiamo il Pepe delle Emozioni, lo Zucchero dei Sogni, il Sale delle Risate, non dimentichiamo tra le spezie i Dolori e le Tristezze, le Gioie e le Dolcezze.
Vi offriamo Incredibili banchetti e vi insegnamo a mangiare dalla stessa tavola vario-dipinta, osserviamo le vostre labbra aprirsi, la vostra bocca accogliere, le vostre mani condividere.
Scivoliamo poi via, silenziosamente.
Felici di avervi sfamati con la scoperta della Diversità Meravigliosa del Folle.
Felici di avervi fatto dimenticare, anche per un attimo soltanto, la Solitudine del Normale.
Felici di proseguire il nostro viaggio alla scoperta di nuove Ricette Insolite lungo i Sentieri della Creatività.

Nessun commento:

Posta un commento