martedì 9 aprile 2013

WORK in PROGRESS.

Siate ingegneri 
Della vostra vita. 
Abbiate sogni solidi come fondamenta 
Per progettare 
Di momento in momento su quelli 
La realtà desiderata. 
Entrate nel mondo
con l’allegria degli acquazzoni estivi. 
Trasformando ogni autunnale nostalgia 
In quadri di primavera. 
Sbrinandovi da ogni ghiacciata 
Sensazione invernale.

Intanto, io, mi Raccolgo tra le braccia. Fatemi seminare prima qualche lacrima, ambrata e dolce come miele. Dopo aver compreso le fondamenta del mio dolore, costruirò per me una casa di gioia e aprirò con un sorriso discreto tutte le porte. Infine lascerò che sia risata ogni solletico del vento.

Nessun commento:

Posta un commento