lunedì 1 aprile 2013


Sono scivolata in fondo al mare
Con le gambe di sabbia
E il cervello liquefatto.
Mi Sono appoggiata sul fondo del mare
con la voce addormentata
gli occhi di marzapane
la calma che accarezza il cuore.
D'improvviso
Un battito di ciglia
Mi vuole pescare
Mi vuole a respirare
il suono del mondo in superficie.
E' d'acqua il mio risveglio
e limpido il pensiero
che riporto a galla.
Ogni cosa scorre
dentro
fuori.
Io nuoto e respiro.
Respiro e nuoto.




Nessun commento:

Posta un commento