giovedì 4 aprile 2013

BUONA VITA.

Il passato non è che il prologo.
E la nostra storia comincia ogni giorno, qui ed ora.
In ogni qui ed ora noi abbiamo la possibilità di cambiare tutto, se ci concediamo di riconoscere il senso più ampio del nostro esistere. Così, gli errori non sono più errori, ma opportunità per comprenderci e andare al di là dello specchio, le cose perdute non sono perdute mai, perchè diventano le fondamenta per costruire la vita che vogliamo e rispolverare la memoria di ciò che non vogliamo. Abbiamo sempre una scelta, nè giusta, nè sbagliata. E' nostra. Il cuore indica la direzione, fa da navigatore, e la ragione costruisce le strade. L'istinto è la bussola migliore, se ci sentiamo smarriti nel buio di un bosco, e le persone che incontriamo possono aiutarci a raggiungere spiagge immense da cui osservare il mare cui tendiamo.
Compreso questo, ascoltate il battito al centro del petto e ballate al suo ritmo, ricordate che il mondo ha una sua architettura e praticate l'arte di costruire, disegnatevi un paio di scarpe sulla pancia e cominciate a camminare, incontrate gli altri, prendeteli per mano, fatevi accompagnare e accompagnateli.
Il passato non è che il prologo. 
L'immensità del mare che vi aspetta è l'immensità della vita che avrete intensamente voluto. Nuotateci dentro ed emozionatevi senza farvi annegare dalle emozioni . Nessuna tempesta farà vacillare la vostra solidità di uomini, nessuna solitudine vi colpirà alle spalle, nessuna paura fermerà il vostro intento. Pretendete, ogni mattina, di svegliarvi con la gioia nel cuore, condividete questa gioia, poichè è un dono gratuito che fate a voi stessi e al mondo e il mondo infine vi farà da eco. 
A ciascuno di voi, davvero, di cuore, Buona Vita.
Namastè.

Nessun commento:

Posta un commento