mercoledì 20 marzo 2013


LETIZIA DI SETA.(dedicato a Letizia)
Sfido e sfilo
La tua ragnatela
Mi vuole rapire           
Mi vuole trasformare
in rugiada mattutina.
Sfilo e sfido
Il tuo bianco abbaglio
Il nostro intreccio di fili e trame
E’ tessitura nostalgica
E tutta a buchi larghi
              
Tu sei abile e con la bava
Srotoli parole
Per aggrovigliarmi
Nella tua assenza.

Io sono una cucitrice
Rattoppo in me
Ogni strappo
E ti relego ragno vagabondo
nelle mie vecchie soffitte

tu sei abito sgualcito dal tempo
Con il ricamo del tuo ricordo
Tolgo drappeggi al mio presente.
Io  sono coperta di seta liscia
E mi proteggo scivolando
Verso un nuovo sole
Senza più memoria di te
Non sei più l’ago
Non mi pungi la pelle
Non addormenti il mio cuore.
Libera stoffa
Volteggio in un adagio costante
Nel  telaio del vento
Creando mille e più vestiti
Per la mia prossima festa.

Nessun commento:

Posta un commento