sabato 30 marzo 2013


Indossò di buon mattino due fantastici occhi da triglia.
Di sotto ci mise due violacee borsette di carne stile vintage.
Recuperò la voce da un posto piuttosto lontano, tanto che non sembrava neanche una graziosa donzella, ma un sensualissimo travestito e la mise sulle labbra come rossetto. Si guardò allo specchio e, con la forza incredibile di chi persegue un bellissimo scopo, uscì di casa con due ore di sonno sulle spalle e il raffreddore per cappello. Era la festa della FIDUCIA e lei non sarebbe mancata per nulla al mondo.....



Nessun commento:

Posta un commento