lunedì 25 marzo 2013

CUCITURE E RICAMI, IMMAGINI E PAROLE

“Sono legata alla mia arte con un cordone ombelicale di cotone: nasce dal ventre mio ogni parola e si sparge a ricamo, per riunire i frammenti che mi circondano, per rendere le mie emozioni un dettaglio cromatico, per disegnare a filo sezioni di me, intrappolandomi e lasciandomi andare, spersa e sparsa nell’universo mio interiore che vi voglio comunicare.
Le tracce del mio DNA sono edera a spirale e le trascrivo sui muri, sulle tele, sulle fotografie, donandovi così il patrimonio della mia anima,  casa che scendo e salgo, per osservarmi ed osservarvi in ogni mutazione sensibile.”

Nessun commento:

Posta un commento