mercoledì 20 marzo 2013

(dedicato ad Alessandro)
Cadono oggetti
E danzano                                              
leggere strutture
Attraverso il mio corpo
Che è solo trasparenza
accoglie il tutto
E lascia ogni presa.

In questo gioco di causa ed effetto
Io tengo tra  mani umane
la 
Divina Speranza.
Non confondo tra loro gli opposti
Ma trasformo ogni veleno
Nella più dolce medicina.
Nella mistica brocca dalla quale bevo.
vi è Gioia che scioglie lacrime
e Lacrime che cristallizzano gioia.
Determinata a passare per il buio
per ritrovare in me perpetua luce
Diffondo la mia energia viva
E rendo la mia fede incrollabile.

Nessun commento:

Posta un commento